Disclosure
We and some selected partners use cookies or similar technologies as specified in the cookie policy. You can consent to the use of these technologies by closing this information, interacting with a link or button outside this information or continuing to browse in any other way.

Bar to Bar, Barbaresco to Barolo in gravel. Bici, colline, vino, nocciole tra i borghi delle Langhe

Bar to Bar, Barbaresco to Barolo in gravel. Bici, colline, vino, nocciole tra i borghi delle Langhe


Escursione Barbaresco Barolo
Bar to Bar, Barbaresco to Barolo in gravel. Tre giorni in bici sulle splendide colline delle Langhe. Ottimo vino, le splendide nocciole tra i bellissimi borghi Piemontesi.

Data pedalata: 30 Sep 2021

Difficoltà: E - Per Esperti

Distanza: 137.0 km

Partenza: Castiglione Falletto

Dislivello: 3100 m

Tempo: 15h

Destinazione: Barbaresco Barolo



Avvicinamento

Parcheggio a Castiglione Falletto

Mappa




Descrizione itinerario

Bar to Bar, Barbaresco to Barolo in gravel. Bici, colline, vino, nocciole tra i borghi delle Langhe

Benvenuto su escursionista.org, iscriviti al canale youtube e fai un like se ti piace il video.

Sono partito da Bologna e dopo tre ore di autostrada sono finalmente arrivato nelle Langhe. Punto di partenza Castiglione Falletto. Si inizia a salire, si vedono le vigne e le bellissime colline.

Il programma è fare 137km e 3100 metri di  dislivello, in gravel, assaggiando gli ottimi vini rossi della zona.

Iniziamo subito sbagliando strada, prendiamo uno sterrato meraviglioso, in mezzo a colline spettacolari, una vista stupenda, la strada dei sogni di qualsiasi ciclista in gravel. E' una bella discesa impegnativa, ma vale la pena.

Sterrato Langhe Colline vino storia piemonte

Ritrovato il percorsi si continua su strade poco trafficate, ma con una vista stupenda e siamo circondati da questa uva che cresce su queste bellissime colline e che molto prova diventerà un ottimo vino rosso.

Uva nebbiolo, barbaresco, barolo storia Langhe

Ma ecco che l’incantesimo viene interrotto da un cartello: pendenza del 15% e si inizia a salire!

La nostra prima tappa a Monforte d’Alba, nome che viene da un castello medioevale che si trova nel paese.

E salendo salendo siamo arrivati a Serravalle Langhe e ci portiamo a 762m sul livello del mare.

Siamo nelle Alte Langhe a Bossolasco e al posto dei vigneti troviamo boschi e la famosa nocciola Tonda Gentile delle Langhe.

Salite e discese spezza gambe iniziano a mietere le prime vittime.

salita dura gravel ciclismo langhe bartobar

Si continua su sterrato e la prima giornata sta per finire. Stanchi ma soddisfatti

 

Barbaresco to Barolo secondo giorno
Buongiorno, partiamo subito su sterrato e alle 10:30 ci fermiamo per la prima tappa all’osteria del Peso. Iniziamo con il Dolcetto.

Super salita verso Neive, entriamo in un altro mondo, lungo la strada incontriamo vitellini e poi UN allevamento di pecore e maiali.

Neive Langhe Piemonte



Ed eccoci finalmente a Barbaresco, capitale del vino omonimo, famosa in tutto il mondo e Patrimonio Unesco dell’Umanità.

barbaresco


Il Barbaresco DOC proviene da uva coltivata nel territorio dei comuni di Barbaresco, Neive, Treiso e nella frazione di San Rocco Seno d’Elvio di Alba. Vitigno nebbiolo, resa max per ettaro 80 q.li, gradazione alcoolica minima 12,5% Invecchiamento obbligatorio due anni di cui almeno uno in botte Qualifica “riserva” qualora sia sottoposto a un periodo d’invecchiamento di 4 anni

Verticale di Barbaresco assaggi taste

Siamo ad Alba
Territorio fertile in viti, gelsi, cereali e in tartufi squisiti e ricercati. Vi prosperano le industrie del vino e della seta, e il commercio vi è agevolato da molte e buone strade.

Così diceva GUSTAVO STRAFFORELLO, LETTERATO E PATRIOTA DEL RISORGIMENTO, a Torino nel 1891

Costruito intorno alla metà dell’XI secolo in cima a una collina, il Castello di Grinzane Cavour domina, con la sua bellezza e l’architettura inconfondibile, lo stupendo panorama delle colline di Langa, oggi patrimonio dell’umanitàtutelato dall’UNESCO con i Paesaggi vitivinicoli di Langhe-Roero e Monferrato.

sterrato vigne langhe


Si torna a salire verso La Morra, poco prima di arrivare c’è un punto panoramico incredibile. La Morra è una delle capitali del Barolo, situata in cima a una collina.

Ed eccoci arrivati finalmente a Barolo, bellissimo borgo medioevale che dà il nome al famosissimo vino. A differenza degli altri Borghi della zona, non sorge su una altura ma su un altopiano, in una valletta. Tra le varie spiegazioni intorno all'etimologia del nome Barolo quella più accreditata lo fa derivare dal celtico bas reul, chesignifica appunto luogo basso.

Barolo bottiglia calice vino rosso langhe


Altitude

Altimetria

Gallery

galleria

Guida





Sella Ronda Bike Day 2021, pedalare su quattro passi dolomitici chiusi al traffico

Sella Ronda Bike Day 2021, pedalare su quattro passi dolomitici chiusi al traffico


Escursione Passi Sella, Pordoi, Campolongo, Gardena
Da 15 anni viene scelta una giornata estiva in cui i quattro passi dolomitici intorno al Sella (Sella, Pordoi, Campolongo e Gardena) vengono chiusi al traffico ed è possibile girare liberamente in bici. Non è una gara competitiva, ma un modo per godere liberamente i panorami dolomitici dalle strade prive di mezzi motorizzati e quindi più sicure.

Data pedalata: 22 Jun 2021

Difficoltà: M - Media difficoltà

Distanza: 60.0 km

Partenza: Selva di Valgardena

Dislivello: 2000 m

Tempo: 3h:45m

Destinazione: Passi Sella, Pordoi, Campolongo, Gardena



Avvicinamento

Si parcheggia a Selva di Val Gardena. Attenzione che dalle 8 di mattina le strade sono chiuse.

Mappa




Descrizione itinerario

Oggi vi porto al Sella Ronda Bike Day

Ormai siamo giunti alla quindicesima edizione della manifestazione.

Per l’occasione chiudono al traffico quattro passi dolomitici intorno al Sella, 54km del paradiso dei ciclisti  che si snodano tra veneto e Alto Adige .

Sella Ronda Salite al passo Sella da Selva

I passi:

  • Sella 2230m
  • Pordoi 2241m
  • Campolongo 1850m
  • Gardena 2119m

Partendo da Selva di Val Gardena sono circa 60km e quasi 2000m di dislivello.
Ma ne vale la pena, guardate che meraviglia.

Panorama da Passo Sella

 

Il primo passo da affrontare è il passo Sella.

Partendo da Plan de Gralba sono circa 6 km a bisogna aggiungerne altri 3 partendo da selva. La salita è piacevole non ci sono strappi o muri.

 

Passo Sella da Selva

Il secondo passo da affrontare dopo una discesa divertentissima è il Passo Pordoi a 2240 m.

Bellissimo passo panoramico, partendo da Canazei ci sono 27 tornanti e 800m di dislivello in 12 km, dall'altro lato invece ci sono 33 tornanti partendo da Arabba.

 

Per chi arriva dal Passo Sella invece i km sono un po' di meno (6-7).

Passo Podoi da Canazei

 

C'è tanta gente sul al passo.

Panorama dolomiti da Passo Pordoi

 

Dopo la discesa verso Corvara si arriva alla salita del passo Campolongo che è breve, ma molto intensa.

 

Passo Campolongo da Arabba

Ci sono un paio di strappetti interessanti al 10% e la salita non scende mai sotto il 7%.

Passo Campolongo 1875m

 

Da Campolongo si scende verso Corvara e si riparte verso l'ultima salita della giornata.

L'ultimo passo di oggi, il passo Gardena, 9,6km e 599m di dislivello con due tratti al 10% e visto che è l'ultima si fa sentire!

Passo Pordoi da Canazei

 

La salita verso il passo Gardena ha una vista stupenda, il panorama si apre sulle Dolomiti.

Verso il passo Gardena

 

Per me è stata una esperienza unica da rifare e spero di avervi trasmesso la bellezza delle dolomiti! 

Mi faccio un bel piatto di pasta per recuperare.

Spaghetto finale a Passo Gardena

 


Altitude

Altimetria

Gallery

galleria

Guida





Calanco grande, chiesa di San Biagio, Monte San Pietro Gravel

Calanco grande, chiesa di San Biagio, Monte San Pietro Gravel


Escursione Calanco Grande, Chiesa di San Biagio
Super gravel a Monte San Pietro. Percorso con due belle salite con vista mozzafiato sul calanco grande di san giovanni e poi sentieri, strade bianche, fino alla chiesetta di San Biagio e poi ancora single track e sentieri nei boschi.

Image
Data pedalata: 15 May 2021

Difficoltà: E - Per Esperti

Distanza: 39.0 km

Partenza: Calderino

Dislivello: 995 m

Tempo: 2:45

Destinazione: Calanco Grande, Chiesa di San Biagio



Avvicinamento

Arrivate a Calderino nel Comune di Monte San Pietro e parcheggiate a Ponterivabella su via Landa. oppure in treno da Zola predosa ci sono circa 5 km in direzione calderino.

Mappa




Descrizione itinerario

I calanchi
sono una particolare morfologia delle argille, molto diffusa nell’Appennino emiliano, tanto che la lingua italiana ha adottato il termine “calanco” proprio dal bolognese. Si tratta del prodotto dei processi di erosione di rilievi argillosi, dove l’azione di pioggia e vento, favoriti dall’alternanza fra periodi piovosi e periodi siccitosi modellano i minerali. I calanchi sono un ambiente estremo, dove archi e creste variamente conformati si alternano a fessure anche profonde; la vegetazione prevalente è costituita da specie erbacee, a fioritura primaverile o autunnale.

Si parte

Si inizia prendendo via landa in direzione San Lorenzo in Collina.

Al bivio per San Lorenzo si gira a sinistra lasciando Via Landa e si inizia subito con la strada bianca e una bella salita veramente impegnativa. Tratti di asfalto si alternano a sterrato, strada bianca e ciottoloato. Ad un certo punto ho dovuto appoggiare un piede a terra.

Sentiero Ciottolato Gravel

Dopo un km e mezzo circa si arriva alla strada asfaltata e si respira un po', ma la salita non molla ancora e tra sali scendi si arriva ad un nuovo tratto bianco.

sentiero bianco gravel

Per un buon tratto seguire le indicazione del percorso N.5 con cui condivideremo una parte del tracciato.

Sentiero Monte San Pietro n.5

Che scende e poi svolta bruscamente a destra riprendendo la salita, sempre su strada bianca e sentiero.

La salita si fa sentire, ma si pedala immersi nel verde e nella campagna.

Sentiero Gravel Monte San Pietro Bologna

Tra sali-scendi ci troviamo ad un quadrivia con una fattoria sulla destra e una serie di strade bianche sulla sinistra che scendono, noi continuiamo dritti lasciandoci la casa sulla nostra destra e dopo una bella salita tosta su strada bianca, arriviamo in questo poso meraviglioso.

laghetto calanco grande appennino bologna gravel

Sembra una favola o un film della disney, c'è questo laghetto bellissimo e di fianco un campo di grando con una vista che spazia a 360°.

specialized e5 elite sterrato gravel bologna grano

Prendiamo a sinistra verso il laghetto e proseguiamo fino a raggiungere il Calanco Grande.

Calanco Grande Monte San Pietro Bologna Appennino

Dopo questa piccola deviazione per vedere da vicino il calanco grande, torniamo indietro e proseguiamo nella direzione che avevamo inizialmente.

A questo punto c'è una discesa incredibile e divertentissima, fate attenzione, io ho cotto i freni!

Al termine della discesa arriva un tratto in asfalto, prendiamo per Calderino, sempre dritti, fino al bivio per Sasso Marconi, dove giriano a destra e continuiamo su asfalto per alcuni km.

Dopo Molino Cesare, si prende una strada senza uscita a destra che poi diventa sentiero N.120.

sentiero pedonale

C'è un piccolo guado da fare.

guado sentiero gravel

Il tratto che segue su sabbia metterà a dura prova qualsiasi allenamento e io sono sceso a spingere un paio di volte :D

Poi il sentiero prosegue nel bosco e la salita è veramente impegnativa.

sentiero gravel bosco

Dopo sabbia, sterrato, ciottolato e single track si arriva sulla strada asfaltata e si prende verso sinistra.

stradina asfaltata nel bosco gravel

Dopo un po' di sali-scendi si arriva alla seconda vera salita della giornata, un tratto durissimo (oltre 22%), dove occorre tenere la sinistra e l'ultimo tratto diventa di nuovo bianco.

Si continua a salire su strade bianche e si raggiunge la chiesa di San Biagio, un posto incantato.

Chiesa di San Biagio Monte San Pietro Bologna

Dopo la chiesa giriamo subito a destra e facciamo un altro tratto di salita e arriviamo ad un vero e proprio sentiero single track.

single track gravel

Salite e discese impegnative nel bosco.

A questo punto bisogna stare attenti a prendere il sentiero segnato CAI sulla sinistra per scendere di nuovo alla Colombara.

La discesa è fortissima ed è un vero muro (fortuna non averla fatta al contrario) e termina con uno sterrato.

sentiero nel bosco

Una volta giunti a valle si arriva alla Colombara e si tiene via Lavino fino a ponte rivabella per chiudere il giro.


Altitude

Altimetria

Gallery

galleria

Guida





Ti potrebbe interessare anche:




Ciclovia del Sole. Scopriamo insieme parte del nuovo tratto da Bologna a Mirandola

Ciclovia del Sole. Scopriamo insieme parte del nuovo tratto da Bologna a Mirandola


Escursione Mirandola
Oggi vi accompagno lungo il nuovo tratto emiliano della Ciclovia del Sole, bellissimo percorso che unisce Bologna al Brennero e si inserisce nella ciclabile Eurovelo7, che collegherà Capo Nord a Malta lungo 7.400 km. È un viaggio nella suggestiva bassa emiliana, che tocca diversi comuni: San Giovanni in Persiceto, Sant'Agata Bolognese, Crevalcore, Camposanto, San Felice sul Panaro.

Data pedalata: 18 Apr 2021

Difficoltà: T - Turistico

Distanza: 96.0 km

Partenza: Bologna

Dislivello: 48 m

Tempo: 3:30

Destinazione: Mirandola



Avvicinamento

Si parte da Bologna dall'incrocio di Via Sabotino con i viali.

Mappa




Descrizione itinerario

Oggi vi accompagno lungo il nuovo tratto emiliano della Ciclovia del Sole, bellissimo percorso che unisce Bologna al Brennero e si inserisce nella ciclabile Eurovelo7, che collegherà Capo Nord a Malta lungo 7.400 km. In fondo alla pagina trovate il video che ho realizzato girando in bici sulla ciclovia.
 

Mappa Eurovelo 7 da Capo Nord a Malta


È un viaggio nella suggestiva bassa emiliana, che tocca diversi comuni: San Giovanni in Persiceto, Sant'Agata Bolognese, Crevalcore, Camposanto, San Felice sul Panaro.
 

San Giovanni in Persiceto cartello FS


Per chi parte da Bologna, prima di arrivare alla ciclovia deve uscire dalla città, facendo un percorso temporaneo che parte da Via Sabotino e passa per Borgo Panigale, sbucando sulla famosa ciclabile della via emilia.

NB: Attenzione al sottopassaggio è molto facile perdersi

Borgo Panigale Sottopassaggio FS

Il tratto sulla via emilia è disegnato sull'asfalto e potrebbe essere pericoloso

Ciclabile Via Emilia

 

Anche se ben segnalata, meglio prestare attenzione

Pista ciclabile Via Emilia

Una volta raggiunta Sala Bolognese (Osteria Nuova) troviamo l'attacco della nostra ciclovia fresca fresca di inaugurazione.

Già molto frequentato (sarà la novità) è una vera e propria autostrada per bici, ma dove ho trovato molto camminatori.

Per chi ha gamba comunque si sfila molto bene.

 

Ciclovia del Sole su ex ferrovia bologna crevalcore mirandola

La pista ciclabile passa in bellissimi scorci e spesso ci sono tratti immersi nel verde, dove comunque la ciclovia del sole è sempre ben segnalata.

Lungo il percorso ci sono aree di sosta ben attrezzate, con rastrelliere, tavoli, prese elettriche e wifi gratuito.

Area di sosta su Ciclovia del Sole Bologna Mirandola

Il tracciato è costruito sulla ex ferrovia dismessa che costeggia la nuova e moderna linea ferroviaria.

Ciclovia del Sole tratto sterrato da Crevalcore

Io per oggi mi fermo a Crevalcore, ma non vedo l'ora di proseguire oltre... magari fino a Capo Nord!

Bici rosa su Ciclovia del Sole Bologna Crevalcore Mirandola

Altitude

Altimetria

Gallery

galleria

Guida





Ti potrebbe interessare anche:




Monte San Pietro, Bologna, Ferrara in bici da corsa

Monte San Pietro, Bologna, Ferrara in bici da corsa


Escursione Ferrara
Stamattina mi è venuta voglia di un bel caffè, era dal 6 marzo (2020) che non ne assaggiavo uno. Quindi ho preso la bici e mi sono avviato verso Ferrara! Si, il classico caffettino a Ferrara :) :) :) Nonostante la pianura il percorso Monte S. Pietro - Bologna - Ferrara mi è piaciuto molto, colori vivaci e cielo azzurrissimo. Sono 140km con anche 550m di dislivello Passando anche da Altedo, San Pietro in Casale e Castel Maggiore. Monte San Pietro, Bologna, Ferrara in bici da corsa

Image

Difficoltà: L - Lungo

Distanza: 140.0 km

Partenza: Monte San Pietro - Bologna

Dislivello: 550 m

Tempo: 5:15

Destinazione: Ferrara



Avvicinamento

SI può partire da Bologna, Calderino, Casalecchio

Mappa




Descrizione itinerario

Partenza da Calderino (frazione del Comune di Monte San Pietro), si passa da Zola Predosa, Casalecchio, vicino al parco Talon per arrivare poi a Bologna, sui viali per prendere la tangenziale delle bici.

La direzione da prendere è quella verso il parco Nord, ovvero verso la Stazione Centrale e superando Piazza dell'Unità si va verso Via Ferrarese che ci porta al parco Nord e prosegue verso Osteria e si procede verso "Altedo".

Canale Bologna Ferrara Altedo in Bici

A questo punto si procede verso Malalbergo e si seguono le indicazioni per Ferrara.

La strada è sempre comoda e l'asfalto ha poche buche, quindi si procede sempre molto bene. Bisogna fare attenzione all'ora di punta in cui potrebbe esserci un po' di traffico.

Finalmente si arriva a Ferrara.

Ferrara in bici

E vado a prendere il meritato caffè.

Caffè a Ferrara

In un bellissimo contesto bucolico attaccato alla piazza.

Caffè a Ferrara, piazza

Ricarico le borracce e riparto verso Bologna ma facendo una strada più a nord.

Canale costeggia strada secondaria Ferrara Bologna

Le strade sono praticamente deserte e di campagna, mi godo il giro in bicicletta in totale immersione nella campagna.

La direzione da tenere è San Pietro in Casale e successivamente CastelMaggiore.

L'ultimo tratto prima di Bologna è su una strada molto larga e può essere pericolosa se non si tiene una certa velocità e consiglio di fare il giro di nuovo da via ferrarese.

 


Altitude

Altimetria

Gallery

galleria

Guida





Ti potrebbe interessare anche: